Gli obiettivi annuali e i risultati raggiunti

Obiettivi e risultati 2007

Il 2007 è un anno fondamentale per gli azionisti del gruppo in quanto, dal 7 marzo 2007, la capogruppo Biancamano viene ammessa alla quotazione sul mercato Expandi organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.a.

Esercizio 2007

Gli obiettivi programmatici Ottenere l’autorizzazione da parte della Borsa Italiana S.p.A alla quotazione in Borsa.
I risultati raggiunti Il Gruppo è ammesso alla quotazione in Borsa sul mercato Expandi. Codice ISIN: IT0004095888
Gli obiettivi futuri Il Consiglio di Amministrazione, diversamente dall’anno 2007, ha l’obiettivo di non deliberare per l’esercizio 2008, la distribuzione di dividendi al fine di poter destinare tutte le risorse finanziarie a sostegno della crescita.

Obiettivi e risultati 2008

Il 2008 si rivela un anno estremamente difficile per i mercati finanziari nazionali ed internazionali che hanno accentuato la tendenza fortemente ribassista già iniziata nel 2007.
In questo contesto il titolo Biancamano chiude l’esercizio con una quotazione pari ad euro 1,80 in flessione, rispetto all’inizio dell’anno, di circa il 36% dimostrando una discreta tenuta in un contesto di mercato fortemente negativo ad ulteriore riprova della natura anticiclica del proprio core business.
Il capitale sociale al 31 dicembre 2008, risulta composto complessivamente da numero 34.000.000 di azioni ordinarie prive di valore nominale. Tutte le azioni in circolazione hanno gli stessi diritti, sono negoziabili sul mercato azionario secondo presupposti e modalità previsti dalla normativa vigente.

Il perseguimento di strategie di crescita lungo tutte le direttrici di sviluppo fin dalla sua costituzione e le molteplici attività di efficientamento della gestione nonostante abbiano consentito al Gruppo la realizzazione di risultati economico-finanziari positivi e costantemente in aumento, la Società decide di non distribuire dividendi agli azionisti con la sola, ma fondamentale, finalità di destinare tutte le risorse finanziarie a sostegno della crescita.

Alla data di chiusura dell’esercizio, la compagine azionaria, con riferimento ai detentori di azioni ordinarie in misura superiore al 2%, risulta essere così configurata:

Anno 2008 Azionisti quota > 2%

Esercizio 2008

Gli obiettivi programmatici
  • Il Consiglio di Amministrazione, diversamente dall’anno 2007, ha l’obiettivo di non deliberare per l’esercizio 2008, la distribuzione di dividendi al fine di poter destinare tutte le risorse finanziarie a sostegno della crescita
I risultati raggiunti
  • Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di non proporre all’Assemblea la distribuzione di alcun dividendo al fine di poter destinare tutte le risorse finanziarie disponibili a sostegno della crescita prevista dal piano industriale tenuto altresì conto della forte crisi economico-finanziaria.
  • Coerentemente con tale decisione, gli Amministratori Esecutivi hanno deciso di rinunciare alla remunerazione straordinaria a loro favore.
Gli obiettivi futuri
  • Preservare tutta la liquidità disponibile per finalità produttive.
  • Accrescere le opportunità di investimento in relazione allo sviluppo del Gruppo ed all’andamento dei mercati azionari.
  • Acquisizione della leadership nel settore dei servizi ambientali.

Obiettivi e risultati 2009

Nel 2009 i mercati azionari internazionali mostrano una discreta ripresa, intorno alla fine del primo trimestre. Il titolo Biancamano chiude l’esercizio con una quotazione pari a euro 1,485. Il sistema finanziario resta comunque in una fase di incertezza per tutto il primo semestre, tanto che il titolo Biancamano solo nella seconda metà del 2009 beneficia di un buon movimento di recupero sostenuto da volumi di scambio in espansione.

La ripresa delle quotazioni, a partire dal mese di settembre, è sostenuta in particolare dall’operazione straordinaria di acquisizione dell’azienda di Manutencoop Servizi Ambientali (di seguito anche MSA), ed il mercato reagisce alla notizia con un rialzo del +9,45%.
Con tale acquisizione, avvenuta attraverso la controllata Aimeri Ambiente S.r.l., il Gruppo Biancamano diventa il primo operatore privato in Italia nel settore dei servizi ambientali.

All’acquisizione di Manutencoop Servizi Ambientali S.p.A. segue un aumento di capitale sociale. L’Assemblea dei Soci di Aimeri Ambiente S.r.l., nel corso del mese di settembre 2009, delibera di aumentare il capitale sociale da euro 10.000 migliaia ad euro 18.500 migliaia. Tale aumento è sottoscritto dai soci in base alle rispettive percentuali di possesso nel seguente modo: Biancamano per euro 8.499 migliaia e il Geom. Giovanni Battista Pizzimbone per euro 1 migliaia.

Al 31 dicembre 2009, il Biancamano S.p.A. detiene complessivamente n. 1.300.311 azioni proprie pari al 3,82% del capitale sociale, così ripartite: n. 300.927 (0,88% del capitale sociale) in capo all’Emittente e n. 999.384 azioni Biancamano (2,94% del capitale sociale) in capo alla controllata Ponticelli S.r.l..

Nell’esercizio 2009 Biancamano ha posto in vendita n. 1.540.000 azioni proprie per un controvalore lordo complessivo di Euro 2.242 migliaia ed ha acquistato n. 372.330 azioni proprie per un controvalore lordo complessivo di Euro 525 migliaia.

Alla data di chiusura dell’esercizio, la compagine azionaria, con riferimento ai detentori di azioni ordinarie in misura superiore al 2%, risulta essere così configurata:

Anno 2009 Azionisti quota > 2%

Esercizio 2009

Gli obiettivi programmatici
  • Preservare tutta la liquidità disponibile per finalità produttive.
  • Accrescere le opportunità di investimento in relazione allo sviluppo del Gruppo ed all’andamento dei mercati azionari.
  • Acquisizione della leadership nel settore dei servizi ambientali.
I risultati raggiunti
  • Acquisizione dell’azienda Manutencoop Servizi Ambientali mediante cui il Gruppo diventa il primo operatore privato in Italia nel settore dei servizi ambientali.
  • Nonostante l’andamento negativo del sistema finanziario mondiale, il titolo Biancamano chiude l’esercizio con una quotazione pari a euro 1,485.
  • Approvato dal CDA il piano industriale 2009-2011 contenente le linee strategiche e gli obiettivi di crescita prefissati dal Gruppo
Gli obiettivi futuri
  • Passaggio dal segmento Expandi al segmento STAR del mercato MTA di Borsa Italiana.
  • Consolidamento dell’attività di Investor Relations.

Obiettivi e risultati 2010

Il 2010 è un anno importante per gli azionisti ed il mercato di riferimento del gruppo; le azioni Biancamano sono ammesse al segmento STAR del Mercato MTA di Borsa Italiana. Il passaggio al Segmento dei Titoli ad Alti Requisiti, oltre a rispondere all’esigenza di accedere ad un mercato caratterizzato da una maggiore capitalizzazione, liquidità e visibilità anche presso gli investitori istituzionali internazionali, rappresenta per Biancamano la naturale evoluzione del percorso di crescita che il Gruppo ha intrapreso sin dal principio.

Al passaggio al segmento STAR consegue una discreta espansione dei volumi di scambio nell’ultimo trimestre del 2010.
Nel corso del 2010 il Gruppo Biancamano consolida l’attività di Investor Relations al fine di proseguire il processo di miglioramento della comunicazione finanziaria nei confronti degli azionisti e dei potenziali investitori italiani ed internazionali.

L’attività di Investor Relations consiste nella “comunicazione efficace e tempestiva di informazioni favorevoli e sfavorevoli sull’impresa al mercato azionario e a particolari target, affinché gli investitori possano formulare valutazioni più corrette sui prezzi delle azioni”.
Il Gruppo ha continuato a sviluppare quest’attività anche nel 2011, perseverando, nonostante le difficili condizioni dei mercati, nella realizzazione di incontri one to one, presentazioni plenarie ed incontri con analisti, allo scopo di mantenere un flusso di informazioni continue e trasparenti nei confronti degli investitori.
Alla data di chiusura dell’esercizio, la compagine azionaria, con riferimento ai detentori di azioni ordinarie in misura superiore al 2%, risulta essere così configurata:

Anno 2010 Azionisti quota > 2%

Esercizio 2010

Gli obiettivi programmatici
  • Passaggio dal segmento Expandi al segmento STAR del mercato MTA di Borsa Italiana.
  • Consolidamento dell’attività di Investor Relations.
I risultati raggiunti
  • Le azioni ordinarie di Biancamano sono negoziate sul Segmento Titoli ad Alti Requisiti (STAR) del mercato Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito d Borsa Italiana S.p.A.
  • Con l’ammissione al segmento STAR il Gruppo raggiunge l’obiettivo relativo all’ottenimento una maggiore capitalizzazione e liquidità e da una più elevata visibilità anche presso gli investitori istituzionali esteri.
  • Il Gruppo Biancamano ha consolidato l’attività di Investor Relations al fine di proseguire il processo di miglioramento della comunicazione finanziaria nei confronti di azionisti e potenziali investitori italiani ed internazionali.
Gli obiettivi futuri
  • Espansione dei volumi di scambio del titolo Biancamano nel mercato borsistico italiano.
  • Continuo sviluppo dell’attività di Investor Relations.

Obiettivi e risultati 2011

Nel 2011 il Gruppo Biancamano ha erogato dividendi agli azionisti per euro 1.348 migliaia, mentre, per quanto riguarda l’andamento del titolo nel corso del 2011, le quotazioni di borsa chiudono l’anno con una performance positiva del +1,89% a quota euro 1,345 per azione. Il titolo ha sovraperformato gli indici di riferimento FTSE All Share, FTSE Star e FTSE Small Cap che nel 2011 riportano variazioni negative pari rispettivamente a -25,2%, -19,1% e -34,6%.
Il capitale sociale al 31 dicembre 2011, risulta composto complessivamente da numero 34.000.000 di azioni ordinarie prive di valore nominale. Tutte le azioni in circolazione hanno gli stessi diritti, sono negoziabili sul mercato azionario secondo presupposti e modalità previsti dalla normativa vigente.

Alla data di chiusura dell’esercizio, la compagine azionaria, con riferimento ai detentori di azioni ordinarie in misura superiore al 2%, risulta essere così configurata:

Anno 2011 Azionisti quota > 2%

Esercizio 2011

Gli obiettivi programmatici
  • Espansione dei volumi di scambio del titolo Biancamano nel mercato borsistico italiano.
  • Continuo sviluppo dell’attività di Investor Relations.
I risultati raggiunti
  • Il titolo Biancamano nel primo semestre del 2011 registra un ampio movimento di rialzo che porterà le quotazioni in area euro 2 con volumi di scambio in decisa espansione.
  • Le quotazioni di Biancamano chiudono il 2011 con una performance positiva del +1,89% a quota euro 1,345 per azione.
  • Nel corso del 2011 il Gruppo continua a sviluppare in modo proattivo l’attività di Investor Relations perseverando, nonostante le difficili condizioni dei mercati, nella realizzazione di incontri one to one, presentazioni plenarie ed incontri con analisti, allo scopo di mantenere un flusso di informazioni continue e trasparenti nei confronti degli investitori.
Gli obiettivi futuri
  • Miglioramento dei rapporti con azionisti e mercato.

Obiettivi e risultati 2012

Lo scenario macroeconomico e finanziario internazionale e l’aggravarsi dei ritardi nei pagamenti delle Pubbliche Amministrazioni hanno influito negativamente anche sull’andamento del titolo Biancamano che nel corso del 2012 ha registrato un movimento di flessione sino a raggiungere area euro 0,665 per azione nelle ultime settimana dell’esercizio. La performance complessiva delle quotazioni del titolo Biancamano nel 2012 è stata pari a -48%.

Il titolo al 31.12.2012 è coperto da 6 primari uffici studi: Mediobanca, Banca Imi, Intermonte, Integrae, Centrobanca, ed Axia. Il target price medio è pari a euro 1,1 per azione.

Nel corso del 2012 sono stati effettuati 6 roadshow (comprensivi di due Star Conference a Milano ed a Londra ed un roadshow a Parigi), una presentazione plenaria in occasione dell’evento “Family Office Investor Day” , una serie di incontri e conference call con investitori istituzionali ed analisti per un totale di oltre 290 contatti. La società ha inoltre partecipato all’Evento “Green Investor Day” presso Borsa Italiana nel mese di luglio.

Il 2012 vede il Gruppo Biancamano impegnato nella mutazione del proprio assetto societario rispetto al 2011. Precisamente in data 26 ottobre 2012 il Consiglio di Amministrazione di Aimeri Ambiente S.r.l., controllata per il 99,98% da Biancamano S.p.A., e per il restante 0,02% da Giovanni Battista Pizzimbone, ed il Consiglio di Amministrazione di Ponticelli S.r.l., controllata per il 95% da Biancamano Spa e per il restante 5% da Aimeri Ambiente S.r.l., hanno approvato il progetto di fusione per incorporazione di Ponticelli S.r.l. in Aimeri Ambiente S.r.l.

L’ operazione è stata altresì approvata dalla rispettive assemblee dei soci in data 12 novembre 2012. Al 31.12.2012, la compagine azionaria, con riferimento ai detentori di azioni ordinarie in misura superiore al 2%, risulta essere così configurata:

Anno 2012 Azionisti quota > 2%

Esercizio 2012

Gli obiettivi programmatici
  • Miglioramento dei rapporti con azionisti e mercato.
I risultati raggiunti
  • L’impegno nella creazione di valore per gli azionisti deve essere perseguito seguendo i principi di correttezza nei confronti del mercato.
  • Sono richiamate le principali regole di corporate governance, i principi da seguire in materia d’informazione societaria e di rapporti con i media, improntati alla trasparenza e alla correttezza, ma anche alla tempestività e accuratezza
Gli obiettivi futuri
  • Proseguire una politica di comunicazione trasparente con azionisti e finanziatori.
  • Creazione di valore per gli azionisti.

Biancamano Spa

P.IVA IT01360220081

REA: 1821458

Site Information

Credits

Sitemap

Seguici