Caratteri generali del bilancio sociale

Con la pubblicazione del bilancio sociale di mandato 2007-2012, il Gruppo Biancamano intende continuare a dare centralità al tema della responsabilità sociale e della comunicazione strutturata verso la collettività di riferimento, proseguendo un percorso avviato negli scorsi anni con la redazione di numerosi documenti aventi analoghe finalità.

Il bilancio sociale può infatti considerarsi un importante strumento di reporting, volontario e consuntivo, elaborato su base annuale o pluriennale, attraverso il quale un’impresa rende conto sull’attività svolta alla propria comunità di riferimento, o meglio ai propri stakeholders, in maniera chiara e intelligibile, in termini di coerenza tra gli obiettivi programmati, i risultati raggiunti e gli effetti sociali e ambientali prodotti.
Al termine di un mandato, il bilancio sociale prende in considerazione l’intero periodo di gestione aziendale, potendosi pertanto definire “bilancio sociale di mandato”.

In questo documento peraltro si intende dare conto delle attività realizzate nell’intero periodo 2007-2012, in quanto nel 2007, anno della quotazione in borsa, ha inizio una nuova fase della vita del Gruppo, sancita per altro dal primo mandato della presente Amministrazione, concluso nel 2011 e poi rinnovato.

Attraverso tale strumento, il Gruppo illustra a tutti gli attuali e potenziali portatori di interesse le modalità di impiego delle proprie risorse, sviluppando meccanismi di controllo sociale e favorendo il processo di programmazione e controllo annuale1. In altre parole, il bilancio sociale è uno strumento di rendicontazione che offre una visione completa e trasparente dell’attività e dei risultati conseguiti dall’impresa in relazione agli obiettivi dichiarati dalla stessa.

Esso è un mezzo di comunicazione attraverso il quale si vuole rendere conto a tutti gli stakeholders - coinvolti sia direttamente che indirettamente nell’attività di impresa, portatori sia di interessi che di bisogni, aspettative e speranze - delle conseguenze sociale e ambientali risultanti dalle scelte dell’azienda.
Come vedremo in seguito, tale bilancio è un documento di sintesi, volontario e consuntivo, che integra le informazioni contenute nel bilancio d’esercizio, in grado di fornire informazioni qualitative e quantitative sulle performance economiche e sociali dell’impresa.

L’approccio che si intende seguire è volto a descrivere il circuito della programmazione - prima pluriennale e poi annuale - e della realizzazione concreta di attività, progetti ed iniziative coerenti con gli obiettivi programmatici prefissati, al fine di verificare le ricadute positive per i soggetti verso i quali la Società è tenuta a generare utilità e più in generale verso l’intero tessuto socio-economico a cui si rivolge.

Si intende cioè proseguire un’opera che si usa definire di “rendicontazione sociale”, puntando ad evidenziare se ed in che misura il Gruppo Biancamano sia stato in grado di realizzare utilità per le diverse categorie di portatori di interesse e dar luogo ad attività coerenti con la sua missione istituzionale e con le strategie delineate dagli Amministratori.

Biancamano, in altri termini, vuole “rendere conto” ai cittadini, agli azionisti, alle Istituzioni, alle imprese clienti e fornitrici dei vari servizi, e più in generale all’intera collettività dei territori in cui essa opera, sulle scelte programmatiche, sulle attività svolte, sui risultati raggiunti, sulle spese sostenute, sulle ricadute generate e sulla valutazione della Società stessa da parte dei suoi stakeholders.

Sicuramente la percezione del Gruppo Biancamano quale soggetto che incide in misura crescente sul tessuto economico e che offre anche servizi di crescente qualità e professionalità ai clienti è confermata dal riconoscimento del ruolo che la stessa ormai svolge su tutto il territorio nazionale, di cerniera tra Amministrazioni Pubbliche e di motore di iniziative volte a integrare e rafforzare la collaborazione tra diverse Istituzioni e diversi soggetti – pubblici e privati – operanti sul territorio.

1 La forte utilità sociale di un tale strumento si evince, fra l’altro, già nella normativa relativa alla rendicontazione degli enti pubblici, al fine di informare e quindi tutelare, in particolar modo i cittadini; come esposto nella Direttiva del 2006 del Ministero della Funzione Pubblica sulla Rendicontazione sociale nelle Amministrazioni Pubbliche – come “il documento, da realizzare con cadenza periodica, nel quale l’amministrazione riferisce, a beneficio di tutti i suoi interlocutori privati e pubblici, le scelte operate, le attività svolte e i servizi resi, dando conto delle risorse a tal fine utilizzate, descrivendo i suoi processi decisionali ed operativi”.

Biancamano Spa

P.IVA IT01360220081

REA: 1821458

Site Information

Credits

Sitemap

Seguici